Gli incassi semplici e documentari


I rapporti di compravendita presuppongono per il loro perfezionamento condizioni essenziali in contropartita l’una dell’altra:

1. La consegna della merce da parte del venditore al compratore contro il pagamento del prezzo pattuito
2. Il regolamento del prezzo da parte del compratore al venditore contro ricezione della merce oggetto del contratto

A seconda del momento in cui viene regolato il prezzo rispetto alla consegna si hanno tre categorie di pagamento:

a) regolamento in via anticipata
b) regolamento in via posticipata
c) regolamento contestuale

Regolamento Anticipato

  • Il pagamento della merce avviene prima della spedizione della stessa.
  • Il venditore vede annullati il rischio commerciale e politico.
  • Il venditore Migliora la struttura finanziaria.
  • Posizione sfavorevole per il compratore che potrebbe ricevere la merce in ritardo, diversa da quella ordinata o non riceverla affatto.
  • Il compratore Peggiora la struttura finanziaria.

Regolamento posticipato

Il compratore è in una posizione privilegiata sia finanziariamente che sotto l’aspetto di rischio politico e commerciale.

Sono a carico del venditore:
 

  • incertezza del pagamento (rischi politici e commerciali)
  • pagamento in ritardo
  • necessità di reperire una adeguata copertura finanziaria

Regolamento contestuale

Con la vendita contro documenti si sostituisce la fase di consegna della merce con la cessione dei documenti stessi ed il pagamento del prezzo.

Nella vendita contro documenti il trasferimento della proprietà di una determinata merce avviene mediante consegna al compratore, contro pagamento del relativo prezzo, del titolo rappresentativo o non della merce e degli altri documenti previsti dal contratto.

Codice Civile Art. 1527 - Consegna

Nella vendita su documenti il venditore si libera dall’obbligo della consegna rimettendo al compratore il titolo rappresentativo della merce e gli altri documenti stabiliti dal contratto o, in mancanza, dagli usi.

Codice Civile Art. 1528 - Pagamento del prezzo

Salvo patto o usi contrari, il pagamento del prezzo e degli accessori deve eseguirsi nel momento e nel luogo in cui avvienela consegna dei documenti indicati nell’articolo precedente.

Codice Civile Art. 1530 - Pagamento contro documenti a mezzo Banca

Quando il pagamento del prezzo deve avvenire a mezzo di una Banca il venditore non può rivolgersi al compratore se non dopo il rifiuto opposto dalla banca stessa constatato all’atto della presentazione dei documenti nelle forme stabilite dagli usi.
La banca che ha confermato il credito al venditore deve opporgli solo le eccezioni derivanti dall’incompletezza o irregolarità dei documenti e quelle relative al rapporto di conferma del credito.
Questo articolo non definisce la natura e la forma dell’intervento bancario ma delinea quella che dovrà essere l’azione del venditore nei confronti del compratore dopo il rifiuto opposto dalla banca al pagamento dei documenti e precisa i rapporti tra la banca ed il venditore stesso nel caso in cui la banca abbia confermato il credito.
Il regolamento contro documenti può avvenire o tramite documenti inviati all’incasso o tramite apertura di credito documentario.

Gli incassi semplici e documentari sono disciplinati dalle “Norme Uniformi relative agli Incassi” (URC) 522 CCI 1.1.1996.

Le norme in esame definiscono e descrivono in modo chiaro e preciso tale forma di regolamento.

In primo luogo tali norme sono applicabili alle operazioni di incasso purchè le stesse vengano esplicitamente richiamate nel testo della disposizione di incasso (art. 1) e semprechè non siano in contrasto con le disposizioni di legge o di un regolamento nazionale cui non sia possibile derogare.

Che cosa si intende per incasso (art. 2)

 Per incasso si intende il trattamento da parte delle banche di documenti in conformità delle istruzioni ricevute ed allo scopo di:
a) ottenere il pagamento e/o l’accettazione
b) consegnare i documenti contro pagamento e/o accettazione
c) consegnare i documenti secondo altri termini

Quali sono i documenti che vengono trattati dalle banche (art. 2)

Distinguiamo:
1) documenti finanziari (tratte, pagherò, ricevute, assegni)
2) documenti commerciali (fatture, documenti di trasporto, certificato di origine, documenti assicurativi delle merci, ecc.)

In funzione ai documenti presentati per l’incasso, distinguiamo (art. 2):
a) Incasso semplice: incasso di soli documenti finanziari
b) Incasso documentario: documenti commerciali accompagnati da documenti finanziari

Quali sono le parti coinvolte nell’operazione e che tipo di rapporto si instaura tra di esse: art 3

l’ordinante: “the principal”
la banca trasmittente: “the remitting bank”
la banca incaricata dell’incasso: “ the collecting bank”
la banca presentatrice: “the presenting bank”
il trassato: “the drawee”

In che modo il cedente ordinante deve fornire le disposizioni di incasso alla banca trasmittente

I principi basilari sono (art. 4):

1) tutti gli incassi devono avere allegate a parte le relative istruzioni

Le istruzioni devono essere chiare, precise e complete in quanto le banche devono operare solo in base a tali disposizioni di incasso (non si dovrebbero esaminare i documenti per ricavarne le istruzioni)

2) tra le istruzioni da indicare nella disposizione di incasso assumono rilevanza le seguenti:

– l’indicazione completa della banca incaricata di curare l’incasso (banca presentatrice)
– gli estremi dell’ordinante e del trassato ed in particolare il domicilio completo di quest’ultimo ed eventualmente il numero di telefono e/o fax
– i termini e le condizioni in base alle quali ottenere il pagamento e di conseguenza i termini in base ai quali i documenti dovranno essere consegnati

Natura giuridica dell’operazione: rapporto tra ordinante e banca trasmittente

Il rapporto che si instaura tra cedente (cliente o Banca) e la banca trasmittente è un mandato ad esigere.

La banca ha l’obbligo di eseguire l’incarico ricevuto con la diligenza del buon padre di famiglia; il mandato deve essere assolto con perizia professionale.

Il mandato è a titolo oneroso pertanto il mandatario non può invocare il minor rigore previsto per il mandato a titolo gratuito.

In che cosa si esplica la diligenza della Banca

1) controllare la lettera di rimessa documenti e che la stessa contenga tutte le indicazioni necessarie per adempiere alla prestazione; nel caso di mancanza di informazioni o di informazioni non chiare la banca deve interpellare la controparte chiedendo chiarimenti.
2) verificare che i documenti elencati nella distinta di presentazione siano materialmente presenti.
3) verificare la regolarità dei documenti sotto l’aspetto fiscale (bolli).
4) attenersi scrupolosamente alle istruzioni impartite: la banca non incorrerà in responsabilità se esegue attentamente e strettamente le istruzioni ricevute chiedendo chiarimenti o integrazioni.
5) rendere edotto il cedente di tutte le informazioni riguardanti l’operazione.

Il ruolo della Banca presentatrice: art. 5

Per presentazione si intende il modo in cui la banca presentatrice mette a disposizione del trassato i documenti richiedendo a quest’ultimo la prestazione prevista nella rimessa all’incasso:

I. pagare a vista
II. accettare una tratta
III. emettere una promissory note
IV. rilasciare un impegno a pagare
V. ………

Pagamenti parziali: art 19

Nel caso di pagamenti parziali dobbiamo distinguere tra incassi semplici ed incassi documentari:

1) Incassi semplici: il pagamento parziale è accettabile purché ammesso dalla normativa in vigore nella piazza dove deve essere effettuato il pagamento. Il documento finanziario sarà consegnato solo quando sarà effettuato il pagamento totale.

2) Incassi documentari: i pagamenti parziali saranno accettati solo se specificatamente autorizzati nella disposizione di incasso. Anche in questo caso e salvo disposizioni diverse i documenti saranno consegnati al trassato ad avvenuto pagamento totale della documentata.

La Bollatura degli effetti – entità dell’imposta

  • Cambiali emesse e pagabili nello stato: bollo al 12 per mille
  • Cambiali emesse nello stato e pagabili all’estero: bollo 9 per mille
  • Cambiali emesse all’estero e per le quali si fa uso nello stato: 12 per mille (se però dette cambiali hanno già pagato l’imposta di bollo o altro tributo similare nel paese di emissione l’imposta dovuta in Italia è ridotta al 6 per mille)
  • Cambiali accettate da istituti di credito a copertura di esportazioni: utilizzando moduli propri litografati autorizzati a norma art. 1 dl 8/8/1930 numero 1162 convertito in legge 9/4/1931 nr. 3161 bollo ridotto a 0,05 euro per ogni 516,46 euro o frazione. L’autorizzazione va chiesta all’Ufficio di Registro.

Il Bollo ridotto a 0,05 euro per ogni 516,46 euro o frazione si applica a qualsiasi credito cambiario export avente durata superiore ai 18 mesi oppure per quelle operazioni di credito export con dilazione inferiore ai 18 mesi se assistite da intervento Sace.

 Quando si applica il bollo

Per le cambiali emesse in Italia l’applicazione del bollo deve precedere l’apposizione di qualsiasi sottoscrizione del titolo.
Per le cambiali emesse all’estero le stesse sono soggette ad imposta di bollo in caso d’uso. Si fa uso quando sono presentate, consegnate, trasmesse, quietanzate, accettate, girate, sottoscritte per avallo o altrimenti negoziate nello stato.
La cambiale non ha la qualità di titolo esecutivo se non è stata regolarmente bollata sin dall’origine e qualora si tratti di titoli provenienti dall’estero prima che se ne faccia uso. Il portatore non potrà esercitare i diritti cambiari inerenti al titolo se non ha corrisposto la relativa imposta.

Il protesto

Art. 24
La disposizione di incasso deve contenere specifiche istruzioni concernenti il protesto per l’eventualità del mancato pagamento o accettazione.
In mancanza di tali specifiche istruzioni, le banche che intervengono nell’incasso non hanno alcun obbligo di far protestare il documento.
Nel caso in cui la banca trasmittente non fornisca istruzione in merito alla levata o meno del protesto è opportuno interpellare la medesima al fine di ottenere specifiche istruzioni.

 



Pagina precedente



Accedi ai Servizi Online

Menù di navigazione principale [X]
Menù di servizio [U]